Un nuovo piano per Milano

Un nuovo piano per Milano

Sebbene sia percepito come qualcosa di riservato ai “tecnici del settore” il Piano di Governo del Territorio, cosiddetto PGT, riguarda tutti i cittadini in quanto rappresenta lo strumento attraverso il quale si delinea lo sviluppo ed il futuro della città. La giunta in carica si trova quest’anno ad affrontare la revisione quinquennale di questo importante strumento urbanistico ed a fissare i principi su cui si dovrà sviluppare Milano nei prossimi anni.

Le linee guida per la nuova pianificazione urbanistica sono già state delineate e l’Assessore Maran ha così riassunto il modus operandi dell’amministrazione: “Integreremo il testo con i nuovi obiettivi emersi negli ultimi anni e renderemo il documento di più semplice comprensione”.

Ma scopriamo di più leggendo dalla pagina ufficiale del Comune di Milano.

[dt_gap height=”20″ /]

Al via l’iter per l’aggiornamento del Piano di governo del territorio

La Giunta comunale ha approvato le linee guida per l’avvio del procedimento di aggiornamento del Piano di governo del territorio (PGT), che prevede la redazione del nuovo Documento di piano e delle varianti del Piano dei servizi e del Piano delle regole, nonché il relativo procedimento di Valutazione ambientale strategica.

L’aggiornamento dovrà essere portato a termine entro il 21/11/2017, data di scadenza dell’attuale Documento di Piano, e dovrà rispettare le nuove disposizioni legislative regionali e gli indirizzi di nuovi strumenti di pianificazione sovraordinata intervenuti dopo l’approvazione del PGT attualmente vigente.

In particolare, dal 21/11/2012 (data di entrata in vigore del PGT) ad oggi sono entrate in vigore la Legge Regionale 28/11/2014 n. 31 che introduce nuove norme per la minimizzazione del consumo di suolo a favore della riqualificazione delle aree già urbanizzate dismesse e da rigenerare; la Legge Regionale 3.2.2015 n. 2, che ha reso obbligatoria la redazione di un Piano per le Attrezzature Religiose separato e facente parte del Piano dei Servizi; la Legge Regionale 15.3.2016 n. 4, avente lo scopo di tutelare i cittadini e le attività economiche attraverso iniziative di messa in sicurezza del territorio e per l’attenuazione del livello di rischio idrogeologico.

[dt_gap height=”20″ /]

Nuovi strumenti di pianificazione straordinaria

Inoltre sono stati approvati nuovi strumenti di pianificazione sovraordinata come

  • il Piano Territoriale Regionale (PTR),
  • il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP),
  • il Piano Strategico Triennale del Territorio Metropolitano (PSM) (2016-2018) della Città Metropolitana di Milano,
  • il Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni del Distretto Idrografico Padano (PGRA) del Comitato Istituzionale dell’Autorità di bacino del Fiume Po.

“Partendo da una valutazione complessivamente positiva del PGT in vigore – sottolinea l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran – è necessario integrare il testo con i nuovi obiettivi emersi in questi anni: visione metropolitana, attenzione alle periferie, risposta alle le sfide ambientali e resilienza. Vogliamo una città che cresca, che diventi sempre più competitiva a livello internazionale, ma che allo stesso tempo garantisca l’equità sociale tra tutti i milanesi e la ricucitura urbana tra centro e periferie. L’aggiornamento del piano sarà anche un modo per rivedere gli strumenti individuati nel PGT atti ad ottenere il recupero di aree dismesse e favorirne la rigenerazione, eventualmente migliorandoli per potenziarne l’efficacia. L’obiettivo trasversale, infine, è quello di rendere il documento più semplice, favorendone la comprensione per tutti coloro che vi dovranno operare”.

[dt_gap height=”20″ /]

Pianta di Milano del 1927 per il PGT di quei tempi

[dt_gap height=”20″ /]

Le 5 linee guida su cui si baserà il processo di revisione del Piano

[dt_gap height=”10″ /]

Attrattività e inclusione: si vuole aprire a una visione metropolitana delle politiche di governo del territorio favorendo l’innovazione e mobilitando le comunità locali nel trattamento dei problemi di trasformazione e crescita sostenibile della città. Si intende inoltre favorire l’inclusione sociale di persone e gruppi svantaggiati, in particolare attraverso le politiche per la casa e la messa a disposizione di spazi da destinare all’accoglienza. Importante sarà inoltre semplificare l’impianto normativo perché possa essere fattore abilitante per lo sviluppo, in modo da attrarre investimenti. Bisognerà facilitare l’integrazione tra programmazione urbanistica e le politiche di mobilità, così come favorire il ruolo del commercio come opportunità per incentivare l’attrattività urbana e rivitalizzare ambiti carenti di servizi.

[dt_gap height=”10″ /]

Rigenerazione urbana: le politiche di rigenerazione urbana dovranno adattarsi alle differenti necessità e opportunità delle parti del territorio e della società locale, incentivando modalità di riuso, riciclo e rinnovamento della città esistente e del suo patrimonio edilizio. Bisognerà promuovere attività economiche innovative, aggiornare le modalità di incentivazione rispetto ai temi dell’efficienza energetica e alla realizzazione di housing sociale, attivare forme di riuso temporaneo degli immobili, impedendo così il degrado e l’abbandono del patrimonio esistente. Si vuole inoltre individuare strumenti finalizzati al recupero degli edifici abbandonati e dei luoghi del degrado, a partire dalle mappature già effettuate, oltre a incentivare i percorsi di bonifica finalizzati a migliorare la qualità dei suoli.

[dt_gap height=”10″ /]

Resilienza: Bisognerà sviluppare strategie urbane orientate alla gestione efficace dei rischi ambientali, ad esempio attraverso regole orientate ad incrementare le aree a verde. In questo modo si incrementerà la capacità locale di ritenuta idrica e di drenaggio delle acque in occasione di eventi meteo estremi o di allagamenti dovuti ad esondazioni e innalzamento della falda in alcune aree della città. Importante sarà anche promuovere interventi di rafforzamento della coesione sociale, anche grazie ad azioni di riqualificazione e rigenerazione urbana che prevedano spazi pubblici condivisi e dedicati a favorire lo sviluppo delle comunità locali. Si dovrà puntare sulla riduzione del consumo di suolo, la valorizzazione delle aree agricole, lo sviluppo della rete ecologica e dei parchi. Lavorare, infine, per la prima volta, su misure di mitigazione e riduzione del rischio idraulico in particolare del sistema dei fiumi Lambro, Seveso e Olona.

[dt_gap height=”10″ /]

Qualità degli spazi e dei servizi per rilanciare le periferie: bisognerà definire una nuova modalità di aggiornamento della domanda di servizi in funzione della capacità di programmazione, anche attraverso sistemi di monitoraggio e interoperabilità dei dati con altri settori dell’amministrazione e con i Municipi. Si vuole valorizzare la dimensione qualitativa dei progetti, ricorrendo in particolare a concorsi di idee, e rivedere le politiche legate all’housing sociale per soddisfare la pluralità della domanda e diversificare l’offerta. Favorire infine la valorizzazione dello spazio pubblico come luogo di socialità e benessere, sperimentando strumenti orientati ad accrescerne la qualità attraverso le trasformazioni urbanistiche, anche mediante il coinvolgimento della cittadinanza.

[dt_gap height=”10″ /]

Semplificazione e partecipazione: bisognerà semplificare sia la lettura delle norme, sia dei contenuti disciplinatori specifici .e attivare un processo innovativo di ascolto della città, stimolando la partecipazione dei cittadini e di attori economici e sociali, al fine di sviluppare una maggiore condivisione degli obiettivi.
Sulla base di questi punti l’Area Pianificazione Urbanistica Generale avvierà ora il procedimento di redazione del nuovo Documento di Piano e delle varianti del Piano dei Servizi e del Piano delle Regole e di avviare il relativo procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (VAS). Si procederà inoltre con la pubblicazione dell’avviso di avvio su almeno un quotidiano a diffusione locale, l’affissione all’albo pretorio on line del Comune, l’affissione di manifesti in città, la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia e la pubblicazione sul sito web SIVAS. Dalla data della pubblicazione dell’avviso di avvio, cittadini e portatori di interesse hanno a disposizione 60 giorni per la presentazione di suggerimenti e proposte.

[dt_gap height=”20″ /]

9 Gennaio 2017 – Credit Comune di Milano

[dt_gap height=”20″ /]

[dt_divider style=”thin” /]

[dt_gap height=”10″ /]

 [dt_button link=”http://amzn.to/2joMjtc” target_blank=”true” button_alignment=”default” animation=”fadeIn” size=”medium” style=”outline_with_bg” bg_color_style=”custom” bg_color=”#333333″ bg_hover_color_style=”custom” bg_hover_color=”#333333″ text_color_style=”custom” text_color=”#333333″ text_hover_color_style=”custom” text_hover_color=”#ffffff” icon=”fa fa-chevron-circle-right” icon_align=”left”]Libri Urbanistica Milano[/dt_button] [dt_button link=”http://amzn.to/2fvPgtl” target_blank=”true” button_alignment=”default” animation=”fadeIn” size=”medium” style=”outline_with_bg” bg_color_style=”custom” bg_color=”#333333″ bg_hover_color_style=”custom” bg_hover_color=”#333333″ text_color_style=”custom” text_color=”#333333″ text_hover_color_style=”custom” text_hover_color=”#ffffff” icon=”fa fa-chevron-circle-right” icon_align=”left”]Libri sulla Storia di Milano[/dt_button] [dt_button link=”http://amzn.to/2e4j5ft” target_blank=”true” button_alignment=”default” animation=”fadeIn” size=”medium” style=”outline_with_bg” bg_color_style=”custom” bg_color=”#333333″ bg_hover_color_style=”custom” bg_hover_color=”#333333″ text_color_style=”custom” text_color=”#333333″ text_hover_color_style=”custom” text_hover_color=”#ffffff” icon=”fa fa-chevron-circle-right” icon_align=”left”]Libri su Milano[/dt_button][dt_gap height=”10″ /]

[dt_divider style=”thin” /]

[dt_gap height=”10″ /]

 

DEVI VENDERE O AFFITTARE UN IMMOBILE A MILANO?
Primosito Real Estate è il partner di fiducia per aziende e privati alla ricerca di professionalità e concretezza. Contattaci subito per un parere senza impegno. Scopri di più …

Contribuisci

  • Segnalaci un errore
  • Proponici un articolo
  • Le vostre valutazioni

    0
    0,0 rating
    0 out of 5 stars (based on 0 reviews)
    Ottimo0%
    Buono0%
    Medio0%
    Scarso0%
    Pessimo0%

    Inviaci la tua recensione

    Non saranno pubblicate recensioni anonime, maleducate, polemiche ed a scopo pubblicitario.


    CONTENUTI SIMILI

    TI POTREBBE INTERESSARE