Il Bike Sharing a Milano

Come funziona e quanto costa il servizio di mobilità condivisa in bici

Bike Sharing Milano - App

A Milano è attivo da luglio 2017 il servizio di bike sharing, ovvero la possibilità di noleggiare una bicicletta solo per il tempo di cui se ne ha bisogno. Le biciclette sono reperibili su tutto il territorio di Milano sia in modalità free floating (ovvero la possibilità di prendere e rilasciare la bici dove si vuole) sia negli appositi stalli del servizio comunale.

Un deciso passo avanti per la mobilità di Milano che colloca il capoluogo lombardo tra le città pioniere in questo settore ed insieme al car sharing ed allo scooter sharing rappresenta un passo in più per la costruzione di un ampio servizio di mobilità ecologica e complementare al trasporto pubblico.

Indice

Le caratteristiche delle bici

Le biciclette si differenziano a seconda dell’operatore ma in ogni caso devono per regolamento avere un peso contenuto, essere resistenti alle intemperie e riconoscibili avendo ben visibile il logo del Comune di Milano. Devono inoltre essere dotate di faro anteriore e posteriore che si accende in automatico all’avvio del noleggio ed un sistema di segnalazione acustica sul manubrio dove deve trovare posto anche un cestino porta oggetti. In tema di sicurezza i cavi ed i componenti devono essere incorporati nel telaio anche per minimizzare le manomissioni.

I veicoli possono prevedere anche sistemi di pedalata assistita o a batteria con la possibilità per l’utente di attivare e disattivare il motore elettrico quando non lo desidera. La ricarica della batteria, a cura del gestore, deve avvenire in luoghi predefiniti e le batterie devono essere a litio di alta qualità e senza piombo.

Come funziona e tariffe

Il primo passo per poter utilizzare il servizio di bike sharing è scaricare sul proprio smartphone o tablet l’applicazione dell’operatore desiderato. L’applicazione permette di individuare le biciclette più vicine, prenotarle e riconsegnarle. Per poter noleggiare uno scooter solitamente sono richiesti i seguenti requisiti: essere maggiorenni ed avere una carta di credito.

Il servizio di solito non prevede costi fissi di attivazione e le tariffe sono a tempo. I costi variano da qualche decina di centesimi l’ora fino a qualche euro per l’intera giornata. Alcuni operatori offrono la possibilità di acquistare pacchetti minuti ed altre promozioni. Qui di seguito una tabella indicativa dei prezzi degli operatori.

Tariffe prima mezz’ora

Bike Sharing da
BikeMI €.0,00
Mobike €.0,69

Per i prezzi aggiornati, le convenzioni e le promozioni consulta i siti ufficiali degli operatori qui di seguito.

Gli operatori a Milano

Ecco gli operatori di Bike Sharing attualmente attivi o di prossima attivazione:

  • BikeMi – Il servizio classico a stalli di ATM Milano
  • Mobike – Presente in molte città con un’unica App

Scopri anche

Contribuisci

  • Aggiornato il 23/11/2018
  • Segnalaci un errore
  • Proponici un articolo
  • Le vostre valutazioni

    00 su 5 stelle (sulla media di 0 voti)
    Ottimo0%
    Buono0%
    Medio0%
    Scarso0%
    Pessimo0%

    Ultime recensioni

    Inviaci la prima valutazione!

    Inviaci la tua recensione

    Non saranno pubblicate recensioni anonime, polemiche o maleducate.

    TI POTREBBE INTERESSARE