Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Oh Bej! Oh Bej!

Il significato della fiera, le date e come arrivare

Oh Bej! Oh Bej! Milano
Date 06/12/2018 - 09/12/2018
Dove Castello Sforzesco di Milano
  Piazza Castello
Milano MI
Cosa
Sito Segnalaci il sito web
Costo Prezzo non specificato

Da giovedì 6 a domenica 9 dicembre torna l’appuntamento con la tradizionale fiera milanese degli Oh Bej! Oh Bej! che da oltre cinque secoli segna l’avvio delle festività natalizie in città.  Ad ospitare i 380 espositori dell’annuale Fiera di Sant’Ambrogio sarà il perimetro del Castello Sforzesco, nel tratto compreso tra viale Gadio, Piazza Castello e Piazza del Cannone.  La novità di quest’anno la presenza di 55 banchi di rigattieri e cinque interamente dedicati ai presepi e agli addobbi per gli abeti natalizi.

Negli oltre 25.000 metri quadrati di fiera il 70 per cento degli espositori risponde ai rinnovati criteri di selezione degli operatori avviati negli ultimi anni per offrire a milanesi e turisti le più autentiche atmosfere e i generi merceologici più rappresentativi della storica fiera nel segno della qualità e della tradizione. Sono presenti infatti oltre 45 categorie merceologiche: 55 rigattieri (erano 52 nel 2017), 19 fioristi, 26 artigiani (erano 24 l’anno scorso), 55 mestieranti (51 nel 2017), 20 venditori di stampe e libri, 3 maestri del ferro battuto, rame e ottone, 14 giocattolai, 17 rivenditori di dolci, oltre a 10 tradizionali venditori di caldarroste e 10 di “Firunatt”, le tipiche castagne infilate affumicate, 5 produttori di cesti e 2 di miele e affini.

IL Comune di Milano ha previsto, dal 6 al 9 dicembre, anche 80 postazioni di vendita presso il cavalcavia Bussa che collega la stazione di Porta Garibaldi con il quartiere Isola. Qui, infatti, trova sede la fiera “Alter Bej!” realizzata dagli operatori dall’Associazione “Altrimenti”, che per l’occasione esporranno auto-produzioni artigianali e creazioni artistiche, il tutto accompagnato dalle esibizioni di musicisti, giocolieri e artisti di strada.

Indice

Origini e Significato

Gli Oh bej! Oh bej! rappresentano una delle più antiche tradizioni milanesi: le prime origini storiche risalgono al 1288, periodo in cui una festa in onore di Ambrogio si svolgeva nella zona dell’antica Santa Maria Maggiore. Ma le origini dell’attuale festa risalgono al 1510 e coincidono con l’arrivo in città di Giannetto Castiglione, primo Gran Maestro dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro. Egli era stato incaricato da Papa Pio IV di recarsi a Milano, nel tentativo di riaccendere la devozione e la fede verso i Santi da parte dei cittadini ambrosiani.

Arrivato nei pressi della città, Giannetto ebbe il timore di non venire accolto con favore dalla popolazione milanese, la quale non aveva mai manifestato forti simpatie nei confronti del Papa. Era inoltre il 7 dicembre, giorno in cui si festeggiava il patrono Ambrogio, in coincidenza con l’elezione vescovile del santo avvenuta il 7 dicembre 374. Decise allora di approntare un gran numero di pacchi, riempiti con dolciumi e giocattoli. Entrato a Milano iniziò con il suo seguito a distribuire il contenuto dei pacchi ai bambini milanesi, i quali si erano radunati intorno al corteo insieme ad una gran folla di cittadini. Il corteo raggiunse la Basilica di Sant’Ambrogio attorniato da una folla festante.

Da allora si cominciò ad organizzare, nel periodo della festa dedicata ad Ambrogio, la fiera degli Oh bej! Oh bej!. Venivano allestite bancarelle di vestiti, vecchi giocattoli, e soprattutto di prodotti gastronomici. Tipici dell’epoca, insieme con mostarde e castagnaccio, erano i firòn: castagne affumicate al forno, bagnate di vino bianco e infilate in lunghi spaghi.

Il nome della fiera deriva dalle esclamazioni di gioia dei bambini milanesi che accettavano di buon grado i doni dell’inviato papale: l’espressione lombarda “Oh bej! Oh bej!” si traduce in italiano con “Oh belli! Oh belli!”.

Come Arrivare e Parcheggi

Per raggiungere la manifestazione la soluzione più pratica e veloce è sicuramente la metropolitana. Le fermate più vicine a cui scendere per recarsi alla fiera degli obei obei sono tre: Cadorna (Linee MM1 e MM2), Cairoli (Linea Rossa MM1) e Lanza (Linea Verde MM2). Per calcolare il percorso esatto con i mezzi pubblici è possibile consultare il sito dell’Azienda Trasporti Milanesi.

Per un’alternativa altrettanto pratica ed ecologica si possono utilizzare i servizi di mobilità condivisa in auto, moto e scooter. Scopri come funzionano, i prezzi e gli operatori nei nostri articoli dedicati.

La zona più vicina in cui poter parcheggiare è sicuramente Foro Bonaparte. Il parcheggio è a pagamento sulle strisce blu. Se invece volete evitare il traffico congestionato dei giorni di festa in centro a Milano L’Azienda Trasporti Milanese, ATM, offre una serie di parcheggi in concomitanza di alcune stazioni della metropolitana.

Aggiornato il 05/12/2018

 

Contribuisci

  • Segnalaci un errore
  • Segnalaci un evento
  • Le vostre valutazioni

    0
    0,0 rating
    0 out of 5 stars (based on 0 reviews)
    Ottimo0%
    Buono0%
    Medio0%
    Scarso0%
    Pessimo0%

     

    Inviaci la tua valutazione

    Non saranno pubblicate valutazioni puramente polemiche, incomplete o non giustificate.

     

    TI POTREBBE INTERESSARE